Casa A12





Nardò (Le) 2012

 

Un incontro con un rudere dimenticato. Una piccola dimora che rispetta la logica salentina dove il tempo non ha mai fine. Spazi ridisegnati dai materiali naturali a base di calce che come una seconda pelle ricopre l'involucro e da nuova vita. Il rispetto dell'anima come ideologia che non viene abbandonata ma esaltata dal contrasto degli arredi contemporanei.































Foto: Cristian Casili